Speciali Storia

57 min
“I miei ricordi cominciano a quando avevo 2 anni, a 2 anni e mezzo. Avevo visto i primi due film sonori, Il cantante di jazz, americano, e La canzone dell’amore, e mi ricordo tutto… le scene, le canzoni, le parole delle canzoni. Poi, a 7 anni mi hanno comprato le macchine cinematografiche, una macchina da presa Pathè Baby e un proiettore Pathè Baby.” Così inizia il racconto personale di vita e di lavoro di Gianni Bisiach, 90 anni compiuti il 5 maggio 2017, uno degli storici inviati della Radiotelevisione Italiana. Lo racconta Enrico Salvatori nel documentario “Io, testimone oculare”, in onda su Rai Storia. Il documentario ripercorre la lunghissima carriera di Bisiach da quando nel 1946, diciannovenne, segue il padre in Africa e consegue due lauree in medicina all’ultima puntata di "Un minuto di storia", realizzata nel 2013 per il Tg1.
Vai al titolo