Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Passato e Presente St 2017/18 El Alamein: la battaglia

Seconda guerra mondiale. Nel gennaio 1941 Mussolini deve chiedere aiuto a Hitler contro gli inglesi sul fronte nordafricano. Nei mesi successivi sbarca sulla costa libica l'Afrikakorps di Erwin Rommel E Il generale tedesco conquista rapidamente la Cirenaica. L'offensiva continua con successo finché, in maggio, le truppe italo-tedesche arrivano ad El Alamein, a circa 60 chilometri da Alessandria d'Egitto. La campagna sembra vinta, e il successo rende più sopportabile ai soldati italiani le loro pesanti condizioni di vita. Ma è solo un illusione. Lo scenario cambia quando entra in gioco il generale britannico Bernard Law Montgomery aiutato dai mezzi modernissimi che giungono dagli Stati Uniti: come i carri armati Shermann e i cannoni semoventi. La sera del 23 ottobre '42, le truppe britanniche guidate dal generale Montgomery sferrano l'offensiva contro l'esercito dell'Asse comandato dal generale Rommel. E' l'inizio dell'ultima e decisiva battaglia di El Alamein, raccontata in questa puntata di "Passato e presente". Solo dopo 12 giorni di durissimi scontri l'VIII Armata britannica riesce a sfondare. Al termine della lunga battaglia si conteranno, tra i soldati italiani e i tedeschi, circa 30 mila prigionieri, 9 mila morti o dispersi, e 15 mila feriti.

Torna su