Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Passato e Presente St 2017/18 Il Santo Graal

Uno dei più affascinanti miti del passato, il Santo Graal. Forse una pietra, un piatto o un calice, ma un oggetto comunque dotato di un potere straordinario, capace perfino di dare l'immortalità a chi lo possiede. Un simbolo leggendario che il professor Franco Cardini analizza con Paolo Mieli in questa puntata di "Passato e Presente".Il mito viene messo su carta per la prima volta dal poema Perceval o il Conte du Graal, dello scrittore francese Chrétien de Troyes, composto alla fine del XII secolo. Si tratta di un vero e proprio successo che verrà replicato con numerose varianti per tutto il Medioevo. Dopo qualche secolo di scarso interesse, se non di vero e proprio oblio, il tema del Graal torna alla ribalta con Richard Wagner e la sua opera Parsifal. Ma come nasce il mito del Graal? E perché è definito santo? Qual è il significato più attendibile di questa antica leggenda che tra poemi, rivisitazioni e mistificazioni arriva intatto con il suo mistero fino ad oggi?

Torna su