Cristo si è fermato a Eboli St 1 Ep 4

St 1Ep 452 min
Trascorso un anno da quando si è stabilito a Gagliano, ormai si è integrato appieno nella vita della comunità. Con l'inverno giunge anche il Natale, e durante la celebrazione della messa, avviene un fatto increscioso: Don Trajella, simula la perdita del testo della predica e il ritrovamento "miracoloso" di una lettera spedita da parte di un contadino partito volontario per la guerra in Abissinia, contenente i saluti per tutto il paese, che il prete legge al posto dell'orazione. L'evento suscita la disapprovazione del podestà Magalone, che fa successivamente in modo di cacciare il parroco. … Verso aprile dell'anno successivo Levi riceve un telegramma che gli annuncia la morte di un parente, e la questura lo autorizza a recarsi, ben scortato, per pochi giorni, fino a Torino. Egli vede, in questa occasione, la città con occhi nuovi: guarda con distacco amici e parenti, rendendosi conto che la sua esperienza meridionale lo ha cambiato profondamente sia nei modi di fare sia interiormente. Qualche tempo dopo, in mezzo all'euforia fascista per la conquista dell'Etiopia e al dispiacere dei contadini, Levi riceve la liberazione dal confino con due anni di anticipo e torna a Torino, non privo di nostalgie e di una nuova consapevolezza.
Vai al titolo