Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Correva l'anno St 2016 Italo Balbo: Il volo fascista

Il fascino del volo, il carisma, il coraggio dei primi piloti e la nascita di un settore industriale destinato ad un grande sviluppo; tutto in questa puntata di "Correva l'anno" dedicata alla storia dell'aviazione nella prima metà del secolo scorso e soprattutto al più celebre cavaliere dell'aria di quei tempi: Italo Balbo. Più volte il programma ha raccontato le vicende politiche di quello che fu uno dei gerarchi più vicini a Mussolini, ora si parlerà delle sue grandi trasvolate a bordo degli idrovolanti, dei suoi successi internazionali, del suo ministero in linea con il mito dell'aviazione come arma fascistissima. Le prime crociere sul Mediterraneo, l'arrivo a Odessa con l'accoglienza dell'Armata Rossa, poi, all'inizio degli anni Trenta, le grandi traversate atlantiche che portano a Balbo gloria e fama da Chicago a New York dove i festeggiamenti sono degni di un grande eroe. Proprio per questo, forse, il rapporto con il Duce si incrina: nel '33 Mussolini nomina Balbo Maresciallo dell'aria, ma poco dopo gli comunica la sua decisione di mandarlo in Libia come Governatore, una promozione dal sapore di rimozione. E sarà in Libia che Balbo troverà la morte: quando, nel '40, alla guida del suo aereo per una ricognizione, verrà scambiato per un nemico e travolto dalla contraerea italiana. Nella puntata gli interventi di Paolo Mieli.

Torna su