Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

Cento giorni a Palermo

Nei primi anni '80 la mafia imperversa in Sicilia; dopo l'ennesimo omicidio, lo Stato invia come prefetto a Palermo il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, già vittorioso sul terrorismo, perché sconfigga anche Cosa Nostra. Le buone intenzioni restano però lettera morta, dato che, in assenza di un'efficace legge antimafia, il generale non ha pieni poteri e le sue giuste richieste al Governo rimangono inascoltate. Il 3 settembre 1982, Dalla Chiesa e sua moglie Emanuela cadono sotto il fuoco mafioso: si concludono tragicamente i cento giorni del generale alla prefettura di Palermo.

Torna su