Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il menù in alto a destra

L'erba dei vicini St 2015/16 Olanda

Le biciclette e l'agricoltura, ma anche il parto in casa e le droghe leggere. Su questi temi, tra pregiudizi, stereotipi, luoghi comuni da sfatare e nuove pratiche da imparare, Italia e Olanda si confrontano a "L'erba dei vicini", il programma condotto da Beppe Severgnini. Tra gli incontri esclusivi quelli con Clarence Seedorf, calciatore olandese che ha militato nel Milan, Ajax, Inter e Real Madrid; Frans Timmermans, il primo vicepresidente della Commissione Europea, braccio destro di Juncker e lo scrittore Kader Abdolah, rifugiato politico in Olanda. Per le sfide, in primo piano, la sicurezza e il rispetto per chi si sposta sulle due ruote. È più sicuro pedalare a Padova o ad Amsterdam? Lo scoprono due ciclisti impegnati in una pedalata di una decina di chilometri nelle due città. Sull'argomento esprime il suo parere Massimo Cirri, conduttore radiofonico di "Caterpillar", promotore dell'iniziativa "Bike the Nobel" per candidare la bici al Nobel per la pace. Obiettivo, inoltre, sul parto in casa, di cui l'Olanda detiene il primato europeo grazie anche all'incentivo della Sanità Nazionale. Nel Paese dei tulipani, un mese prima del lieto evento, ai futuri genitori viene spedita una scatola con tutto l'occorrente per partorire a domicilio. Una scelta che paga? Ne parla, in studio, la dottoressa Irene Cetin, primario del reparto di Ostetricia e Ginecologia all'Ospedale Sacco di Milano. Alla giornalista e conduttrice televisiva Giulia Innocenzi, invece, il compito di affrontare lo spinoso tema delle droghe leggere: meglio vietarle all'italiana o liberalizzarle all'olandese? In confronto si giocherà, infine, sull'agricoltura, con un viaggio che parte dalle coltivazioni in campo aperto della Sardegna dove si seguono rigorosamente i ritmi della natura per finire in una serra olandese iper-tecnologica.

Torna su