Verdi, genio italiano Verdi, genio italiano

St 2013
Anaffettivo, instancabile, turbolento. Tre aggettivi che bastano per raccontare Giuseppe Verdi. Rifiutato al Conservatorio di Milano – lo stesso che oggi porta il suo nome – apprese la sua 'arte' stando seduto ogni mattina ad assistere alle prove de La Scala. Il documentario racconta la vita del 'genio' facendo tappa nei luoghi che più segnarono la sua vita e, naturalmente, la sua musica: l'umile casa di Busseto, la villa di Sant'Agata, dove compose Rigoletto, Il Trovatore e La Traviata, i grandi teatri italiani, e poi Londra, Parigi, fino alla stanza del Grand Hotel et de Milan dove si spense all'alba di un nuovo secolo.
Vai al titolo