Per una completa fruizione ti consigliamo di utilizzare l'app RaiPlay o di aprire la pagina con il tuo browser di sistema utilizzando il men? in alto a destra

Amore criminale - La rinascita di Diletta St 2018 - La rinascita di Diletta - 25/02/2018

Nell'anteprima della trasmissione l'autrice Matilde D'Errico affronterà il tema degli orfani di femminicidio. In studio verrà intervistata Diletta, rimasta a soli 14 anni orfana della madre, uccisa a colpi d'arma da fuoco da uno stalker che si era innamorato di lei. Diletta racconterà il suo duro percorso di rinascita: dalla tragica scoperta del fatto, alla necessità di diventare presto adulta per prendersi cura di un fratello molto più piccolo, al duro confronto con la vita di tutti i giorni. Negli corso degli anni Diletta ha saputo trasformare quella dolorosa esperienza in una risorsa, partecipando a molti progetti sulla violenza di genere e mettendo la propria testimonianza di orfana di femminicidio a disposizione degli altri. E subito dopo l'anteprima, Veronica Pivetti racconterà la storia di Sabrina, la madre di Diletta. Sabrina viene uccisa a Cesena, a 45 anni, da Nino, un uomo che si era invaghito di lei. Quando lo incontra per la prima volta, la donna è sposata e ha due figli. Nino, molto più anziano di Sabrina, sviluppa in breve tempo una vera e propria ossessione per lei. Sabrina è una donna socievole, dinamica, con molti interessi, ben voluta da parenti e amici. Il suo matrimonio con Gianni sembra perfetto. Ma i due coniugi, dopo sedici anni insieme, vivono un periodo di crisi che si conclude con una separazione. È in questo frangente che Nino, invaghitosi di Sabrina, cerca di insinuarsi nella sua vita. La donna lo allontana ma lui inizia a tempestarla di telefonate e messaggi, dai contenuti sempre più preoccupanti. Poi passa direttamente alle minacce di morte. Il 31 maggio 2012 la tragedia: Nino segue Sabrina, la sorprende a bordo dell'auto e la uccide a colpi di pistola. Qualche ora dopo, braccato dalle Forze dell'Ordine, l'uomo si rifugia in una chiesa e dopo diverse ore decide di porre fine alla propria esistenza sparandosi al cuore.