Sorgente di vita St 2017/18 Puntata del 13/11/2017

Un matrimonio al Tempio Maggiore di Roma secondo una liturgia antica ricca di canti, benedizioni e tradizioni originali: tra queste la ketubbà, il contratto nuziale. Scritta in aramaico a mano, su pergamena, arricchita con decorazioni che esprimono il gusto delle varie epoche, la ketubbà esprime limpegno sentimentale ed economico del marito nei confronti della moglie. Una forma di tutela per la donna, nata 1500 anni fa e tramandata di generazione in generazione. Cosa pensano gli italiani degli immigrati? E degli ebrei? Sono o no favorevoli ad una società multiculturale? Sono alcuni degli interrogativi posti nellindagine del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano in collaborazione con lIPSOS: un sondaggio per misurare il tasso di razzismo e di antisemitismo della società italiana. Si è poeti ancor prima di scrivere qualcosa, ancora prima di sapere di esserlo dice Agi Mishol, una delle più note poetesse israeliane. Figlia di sopravvissuti alla Shoah, in lei la poesia sgorga dal profondo, come risposta a tutto quello che è successo: nelle sue poesie racconta Israele e la società, a partire da minuti fatti quotidiani, lavorando sulle parole grazie alla peculiare flessibilità della lingua ebraica. Coreografie, gesti, musica, suoni, pochissime parole: è lo spettacolo Begaluth, in esilio del regista georgiano Levan Tsuladze. Ispirandosi ai racconti del cantore del mondo yiddish Shalom Alejchem, lautore mette in scena la vita quotidiana degli ebrei dellEuropa dellest, dallillusione della normalità alla tragedia delle persecuzioni e dei pogrom.

Giorni rimanenti

Torna su