Linea Verde St 2017/18 Molise - 01/10/2017

Lungo le antiche rotte dei transumanti, alla scoperta di tradizioni millenarie e risorse economiche per il futuro. Domenica 1 ottobre Linea Verde ci porterà in viaggio alla scoperta di un Molise orgoglioso della propria Storia e dei propri prodotti, un polmone verde ricco di risorse naturali e scorci paesaggistici mozzafiato. Il viaggio di Linea Verde inizierà dalle montagne che sovrastano il borgo di Frosolone (Isernia). Qui Patrizio Roversi incontrerà le ultime famiglie di mandriani e di pastori che rinnovano i riti della transumanza e si dedicano allallevamento bovino e ovino. Frosolone è inoltre un rinomato centro per la produzione di coltelli da lavoro, tipici utensili della civiltà agropastorale. Tutto il Molise e in particolare la provincia di Isernia sono legati indissolubilmente a questo passato, come avviene a Scapoli, il paese della zampogna: qui Daniela Ferolla si inoltrerà per le vie dellantico borgo alla ricerca degli artigiani che ancora producono a mano questi antichi strumenti, accompagnata dalle inconfondibili note della musica popolare. Un viaggio tra i tratturi del Molise è un viaggio anche nella Storia più remota: lo dimostrano siti archeologici come Pietrabbondante, santuario nazionale del popolo sannita, in cui sono ancora in corso importanti scavi. Ma un viaggio nel Molise di oggi è un viaggio in produzioni enologiche e alimentari di grandissimo pregio: dal vino Tintilia DOC al recupero delle mele autoctone fino alle eccellenze della filiera lattiero casearia, come la mozzarella stracciata e il re dei formaggi molisani, il caciocavallo. Un percorso nelle meraviglie del passato, da intendere non solo come un retaggio da conservare e ammirare, ma come una possibile indicazione per il futuro, in una regione la cui economia, nel primo quindicennio di questo secolo ha visto un calo del PIL del 19,1% e che ora, negli ultimi due anni, ha iniziato a mostrare segnali di ripresa.

Giorni rimanenti

Torna su