Agorà Marsala: lungo la rotta dei terroristi del 08/06/2017

Un servizio di Valeria Ferrante e Fabio Trappolini - Una rotta "di comodo", a bordo di gommoni super veloci e potentissimi, tra Cape Bon in Tunisia e Marsala che avrebbe permesso a gruppi di jihadisti, al "prezzo" di circa 3000 euro, di arrivare in Sicilia dopo una traversata "sicura" eludendo tutti i controlli. E' quanto emergerebbe da una delle intercettazioni del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Palermo, che ha chiuso il cerchio attorno a un'organizzazione criminale formata da tunisini e italiani. Nell'operazione coordinata dalla Procura del capoluogo siciliano sono stati fermati in quindici. Il racconto e la cronaca sono di Valeria Ferrante e Fabio Trappolini.

Giorni rimanenti

Torna su