Agorà Jihad made in Sicilia - 14/06/2017

Valeria Ferrante E Rossella Ricchiuti - Un network internazionale che gestirebbe una cospicua parte del traffico di esseri umani tra Niger, Libia, Malta e la Sicilia, a capo del quale ci sarebbe un cittadino libico detenuto nel carcere di Castelvetrano, in provincia di Trapani. A dirlo ai microfoni di Agorà, il pm Geri Ferrara che coordina un'inchiesta i cui contorni sono ancora tutti da delineare. Nel racconto di Valeria Ferrante e Rossella Ricchiuti tutti i dettagli di questa storia che svela anche un pericoloso percorso di proselitismo alla radicalizzazione che, il sospetto terrorista, starebbe portando avanti dentro le mura del carcere siciliano.

Giorni rimanenti

Torna su