Agorà La gente che non esiste del 20/04/2017

Un servizio di Ester Maria Lorido - Le baracche di via Gatti a Brescia dal 2013 rappresentano il limbo di una sessantina di senzatetto, da quando il cantiere per la costruzione della metropolitana ha chiuso e gli operai se ne sono andati. I prefabbricati da allora sono diventati la casa di chi una casa non l'ha più o non l'ha mai avuta: profughi, italiani sotto sfratto, immigrati in cerca di stabilità. Vivono tutti in questi container supervisionati da diverse associazioni del territorio, sotto il comune denominatore della mancanza di un lavoro e della povertà più estrema. Ester Maria Lorido ci racconta, attraverso le storie dei suoi abitanti, come scorra la vita quotidiana dentro questa baraccopoli alle porte della ricca ed evoluta Brescia.

Torna su